Slider

Lavanda

Etimologia

Lavandula Officinalis
Famiglia Labiatae
Lavandula dal latino lavare, è una delle piante più conosciute, apprezzate e utilizzate già dal Medioevo per le sue molteplici proprietà.

 

 

 

 

 

 

Caratteristiche

È originaria del bacino del mediterraneo, cresce in terreni aridi, sassosi e profondi, resiste sia a un clima caldo che gelido. Ha un portamento cespuglioso-arbustivo alto massimo 60/80 centimetri, le sue foglie sono lineari o lanceolate di colore verde e i fiori oltre ad emanare un forte e gradevole profumo formano una spiga di colore viola. In estate nel tardo pomeriggio viene effettuato il suo raccolto, le sue sommità fiorite vengono essiccate, messe in un luogo asciutto all’ ombra e areato, finito il procedimento dell’essicazione vengono conservati in recipienti di latta ben chiusi. La Lavanda, per le sue molteplici proprietà offre diversi benefici ed oli essenziali.  Svolge diverse azioni come: balsamiche, antisettiche, antiasmatiche, diuretiche, stimolanti e cicatrizzanti.

Proprietà

L’essenza viene impiegata molto  in aromaterapia per calmare rilassare e favorire il sonno, si realizzano cuscinetti colmi di fiori sul quale posare il capo o da tenere vicino al letto. La semplice conservazione dei fiori sistemati dentro gli armadi e cassetti donano un tocco di profumo all’ambiente. Oltre a queste proprietà riusciamo a farne un buon uso anche a livello cosmetico e detergente. In cucina se vogliamo esaltare un ottimo piatto di carne alla griglia potremmo usare i suoi fiori e le foglioline  in piccoli dosi per dare un tocco in più di sapore.

 

Contattaci

Accettazione Policy Privacy